• -2,47 €

Glicerolo Adulti 6 Microclismi 6,75g Carlo Erba

 CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Lassativi.

PRINCIPI ATTIVI: . Adulti 6,75 g soluz ione rettale: glicerolo 6,75 g.ECCIPIENTI:Soluzione rettale: camomill a estratto fluido; malva estratto fluido; amido di frumento; acqua dep urata.

INDICAZIONI: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti; dolore addominale acuto o di origine sconosciuta; nausea o vomito; ostruzione o stenosi intestinale; sanguinamento rettale di origine sc onosciuta; crisi emorroidale acuta con dolore e sanguinamento; grave s tato di disidratazione.

POSOLOGIA: La dose corretta e' quella minima sufficiente a produrre una facile ev acuazione. E' consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste .Soluzione rettale. Adulti: 1 contenitore monodose adulti al bis ogno, per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno. Popolazione pediatrica. Adolescenti (12 - 18 anni): 1 contenitore monodose adulti al bisogno, per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno. Bambin i di eta' compresa tra i 6 - 11 anni: 1 o 2 contenitori monodose bambi ni al bisogno, per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno. Bam bini di eta' compresa tra i 2 - 6 anni: 1 contenitore monodose bambini al bisogno per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno. Modo d i somministrazione.Soluzione rettale: per togliere i l copricannula di sicurezza del contenitore monodose, appoggiare indic e e pollice sulla ghiera rotonda posta sopra il soffietto e, con l'alt ra mano, piegare il copricannula fino a provocarne il distacco del cor po del contenitore. Durante l'operazione, non afferrare mai il soffiet to, altrimenti si verificherebbe la fuoriuscita del medicinale prima d ell'utilizzo. Puo' essere utile lubrificare la cannula con una goccia della soluzione stessa, prima di introdurla nel retto e premere il sof fietto. Estrarre la cannula tenendo premuto il soffietto. Ogni conteni tore deve essere utilizzato per una sola somministrazione; eventuale m edicinale residuo deve essere eliminato. Nei bambini sotto i dodici an ni il medicinale puo' essere utilizzato solo dopo aver consultato il m edico. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibil e e per non piu' di sette giorni. Una dieta ricca di liquidi favorisce l'effetto del medicinale

. CONSERVAZIONE: Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dal l'umidita' e lontano da fonti dirette di calore.

AVVERTENZE: I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non piu' di sette giorni. L'uso per periodi di tempo maggiori richied e la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo cas o. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente, richiede sem pre l'intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farma ci e la sorveglianza nel corso della terapia. E' inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute, consultino il medico prima di usare il medicinale. L'abuso di lassativi puo' causar e diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) ed altri fattori nutritivi essenziali. Nei cas i piu' gravi di abuso e' possibile l'insorgenza di disidratazione o ip opotassiemia, la quale puo' determinare disfunzioni cardiache o neurom uscolari, specialmente in caso di trattamento contemporaneo di glicosi di cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L'abuso di lassativi, specia lmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), puo' causare dipende nza (e, quindi, possibile necessita' di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intest inali (atonia intestinale). Negli episodi di stitichezza, si consiglia innanzitutto di correggere le abitudini alimentari integrando la diet a quotidiana con un adeguato apporto di fibre ed acqua. Quando si util izzano lassativi e' opportuno bere al giorno almeno 6-8 bicchieri di a cqua, o altri liquidi, in modo da favorire l'ammorbidimento delle feci .

INTERAZIONI: Non sono stati effettuati studi specifici di interazione.

EFFETTI INDESIDERATI: Frequenze reazioni avverse: molto comune >=1/10; comune >=1/100, <1/10 ; non comune >=1/1.000, <1/100; raro >=1/10.000, <1/1.000; molto raro <1/10.000; non nota. Patologie gastrointestinali. Non nota: dolori cra mpiformi dell'addome; coliche addominali, diarrea, irritazione anale. Dolori crampiformi isolati o coliche addominali e diarrea sono piu' fr equenti nei casi di stitichezza grave. Segnalare qualsiasi reazione av versa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: Non sono stati effettuati studi adeguati e ben controllati sull'uso de l medicinale in gravidanza o nell'allattamento. Anche se non ci sono e videnti controindicazioni dell'uso del medicinale in gravidanza e dura nte l'allattamento, si raccomanda di assumere il medicinale solo in ca so di necessita' e sotto controllo medico.

029651066
172 Articoli

Potrebbe anche piacerti

 Recensioni

Siate il primo a fare una recensione !